InícioInício  CalendárioCalendário  FAQFAQ  BuscarBuscar  MembrosMembros  GruposGrupos  Registrar-seRegistrar-se  Conectar-seConectar-se  

Compartilhe | 
 

 Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia

Ver o tópico anterior Ver o tópico seguinte Ir em baixo 
AutorMensagem
senhordeleiria
Barão de Queluz


Mensagens : 74
Data de inscrição : 02/01/2012

MensagemAssunto: Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia    Qui Jan 26, 2012 11:53 pm

Accipiter escreveu:
Statuto e regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia.

Organizzazione della documentazione:

    - STATUTO

    - REGOLAMENTO DEI CATASTALI
    - RICONOSCIMENTO DELL'ISTITUTO
    - RICHIESTA, CONSEGNA E RICONOSCIMENTO MAPPE
    - REGOLAMENTAZIONE DELLE MAPPE

    - ORGANIGRAMMA
Voltar ao Topo Ir em baixo
Ver perfil do usuário
senhordeleiria
Barão de Queluz


Mensagens : 74
Data de inscrição : 02/01/2012

MensagemAssunto: Re: Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia    Qui Jan 26, 2012 11:54 pm

Accipiter escreveu:
Citação :
ISTITUTO ITALICO DI CARTOGRAFIA



STATUTO


INTRODUZIONE
1. L'Istituto Italico di Cartografia è un'istituzione indipendente che ha come obiettivo lo sviluppo della cartografia e la valorizzazione della stessa come strumento indispensabile per i cittadini di tutti i territori italici e di tutti quei cittadini stranieri che in questi ducati si trovano, attraverso la creazione di mappe e piante.

2. Tutte le direttive dell'Istituto concernenti dalla modifica dello Statuto all'approvazione di una mappa verranno votate democraticamente dai membri del Gran Consiglio dell'Istituto.

3. L'Istituto è al servizio dei Ducati, delle Repubbliche e dei Regni italici tutti senza che vi siano distinzioni politiche ed istituzionali.
Un membro che volesse usare l'Istituto Italico di Cartografia per scopi politici (propaganda, pubblicità, ecc) verrà immediatamente allontanato senza la possibilità di essere reintegrato.

4. L'Istituto non potrà essere usato in alcun modo per trarre profitto economico o guadagno, anche non personale. Un membro che esigesse un pagamento per svolgere il compito che gli è stato affidato verrà immediatamente allontanato senza la possibilità di essere reintegrato.

DOVERE E REGOLE DEI MEMBRI

1. È assolutamente importante per tutti i membri dell'Istituto avere un comportamento decoroso non solo nei confronti dei membri anziani ma anche in ogni occasione pubblica che si presenti.
È quindi consigliabile non intromettersi in discussioni di alcun tipo che potrebbero solo nuocere all'immagine dell'Istituto.

2. Come in ogni istituzione vi è una gerarchia che deve essere assolutamente mantenuta e rispettata.
La struttura gerarchica dell'Istituto Italico di Cartografia è composta come segue: al vertice vi è il Magister Cartorum seguito dal Vice-Magister e dai Cartografi Territoriali.
I Grafici e i Catastali si ritrovano nelle posizioni inferiori anche se i primi dipendono direttamente dal Magister e dal suo Vice, mentre i catastali dipendono dai Cartografi Territoriali.

3. È assolutamente necessario essere ben informati per quanto riguarda il regolamento dell'Istituto, per soddisfare questo requisito è per lo meno obbligatorio leggere lo statuto e i regolamenti tutti per sapersi comportare in caso di una qualsiasi evenienza.

4. Chiunque diffami o screditi l'operato dell'Istituto Italico di Cartografia o di uno dei suoi membri verrà espulso senza motivo di reintegro; lo stesso vale per chi decida di fare richiesta di ingresso dopo aver pesantemente criticato persone o l'Istituto in sé.

5. Il riutilizzo senza autorizzazione o il plagio di carte provenienti da un altro cartografo è un elemento sufficiente all'espulsione in quanto si viene meno a quelli che sono i principi fondamentali di originalità e attendibilità storica.

FIGURE RILEVANTI DELL'ISTITUTO

1. L'Istituto è rappresentato e coordinato da varie figure:
    - Il Magister Cartorum
    - Il Vice-Magister Vicario
    - I Cartografi Territoriali
    - Responsabile Grafico
    - Responsabile Storico

1a. Il Magister Cartorum ha il compito di coordinare i lavori, il personale e il forum dell'Istituto. È il rappresentante naturale e legale dell'Istituto, quindi ha il dovere di intrattenere rapporti con l'esterno.
Per essere Magister dell'Istituto Italico di Cartografia sono necessari i seguenti requisiti:
    - Non avere commesso reati gravi;
    - Avere mostrato sempre senso delle istituzioni, della misura e giudizio.
    - Essersi distinti all'interno dell'Istituto.

Il Magister Cartorum verrà votato democraticamente dal Gran Consiglio fra i suoi membri;
Le votazioni non richiedono un quorum obbligatorio e si concluderanno non appena tutti i componenti del Consiglio avranno votato, in caso in cui alcuni membri non votino il termine massimo è 4 giorni dall'inizio delle votazioni senza concessione alcuna.
Il Magister si può dimettere liberamente facendo richiesta al Gran Consiglio, in tal caso, a prendere il posto sarà il Vice-Magister Vicario fino a nuove elezioni.

1b. Il Vice-Magister Vicario svolge le funzioni del Presidente in sua assenza.
Il Vice-Magister sarà eletto anch'esso dal Gran Consiglio sotto proposta candidatura avanzata dal Magister dell’Istituto.
Le votazioni si svolgeranno con modalità simili a quelle espresse nella votazione del Magister.

1c. I Cartografi Territoriali sono i responsabili delle mappe catastali e carte nella zona a loro assegnata.
I Cartografi Territoriali devono necessariamente risiedere nel Ducato di loro competenza e essere scelti dopo un bando pubblico posto nella Taverna locale e/o nell'Accademia delle Belle Arti.
Per garantire la massima serietà i Cartografi Territoriali devono soddisfare i seguenti requisiti:
    - Avere almeno sei mesi di presenza attiva nei Regni italici;
    - Risiedere nel territorio che gli verrà assegnato;
    - Tempo da dedicare all'Istituto;
    - Minima capacità grafica;

Il candidato dovrà fornire al Magister il proprio curriculum vitae (indicando gli incarichi svolti in passato e quelli attualmente ricoperti), un documento firmato dal prefetto o dal giudice del proprio territorio di residenza che ne testimoni la fedina penale (eventuali condanne con indicazione della data e del reato) e una prova che attesti la propria capacità grafica.

1d. Il Responsabile Grafico ha il compito di garantire, all'interno dell'Istituto, una buona qualità delle mappe gestendo al meglio il gruppo grafico.
Il requisito minimo per svolgere il ruolo di Responsabile Grafico è quello di avere una buona capacità grafica tale da poter risolvere e rispondere ad eventuali problemi.
Nel caso in cui il Magister o il Vice siano cartografi la figura del Responsabile Grafico verrà temporaneamente soppressa.

1e. Il Responsabile Storico ha il compito di garantire, all'interno dell'Istituto, una buona accuratezza delle mappe gestendo al meglio il gruppo degli storici.
Il requisito minimo per svolgere il ruolo di Responsabile Storico è quello di avere una buona conoscenza storica e una sufficiente capacità grafica.
Nel caso in cui il Magister o il Vice siano storici la figura del Responsabile Storico verrà temporaneamente soppressa.

2. Tutte le cariche dell'Istituto possono essere sfiduciate tramite voto palese sul forum.
La decadenza di una carica dell'Istituto può essere richiesta per:
    - Palese incapacità;
    - Assenza prolungata non giustificata;
    - Violazione delle regole interne;
    - Morte.

3. Vengono inoltre create dal seguente Statuto tre gruppi:
    - Cartografi;
    - Catastali;
    - Storici.

3a. I Cartografi avranno invece il compito di creare le mappe cittadine, ducali ed extra-ducali.
I requisiti per candidare la propria persona a grafico sono:
    - Essere un cittadino a pieno titolo (almeno livello uno);
    - Possedere buone capacità grafiche;
    - Avere tempo da dedicare all'istituto.

3b. I Catastali avranno il compito di effettuare un lavoro di assegnazione e scrittura nella mappa dei vari nomi dei privati cittadini, nonché delle vie e piazze cittadine.
I requisiti per candidare la propria persona a catastale sono:
    - Essere un cittadino a pieno titolo (almeno livello uno);
    - Possedere buone capacità grafiche;
    - Risiedere nella città di sua competenza.

3c. Gli Storici hanno il compito di archiviare ed organizzare gli avvenimenti che meritano rilevanza all'interno dei Regni.
Loro compito è quello di fornire indicazioni in caso di guerre o cambiamenti di confini dovuti a varie vicissitudini.
È altrettanto compito degli storici fornire la corretta toponomastica e un'adeguata base sulla quale ricostruire la mappa cittadina oltre che a garantire la correttezza storica di ogni sua parte.
Lo storico dovrà possedere i seguenti requisiti:
    - Possedere una buona conoscenza storica;
    - Avere almeno sei mesi di presenza attiva nei Regni italici;
    - Tempo da dedicare all'Istituto.

Il candidato dovrà fornire al Magister il proprio curriculum vitae indicando gli incarichi svolti.

ORGANO DECISIONALE

1. Ad avere il potere decisionale all'interno dell'Istituto è il Gran Consiglio composto da: Magister Cartorum, Vice-Magister Vicario, Cartografi Territoriali, Responsabile Grafico e Responsabile Storico.

2. Lo scopo fondamentale del Gran Consiglio è quello di permettere l'aggiornarsi dell'Istituto a quelli che sono i tempi correnti cercando di prendere decisioni che possano servire al bene comune dell'Istituzione.
Sono di sua competenza decisioni riguardanti cambiamento allo Statuto, approvazioni di mappe che possano soddisfare i requisiti di storicità e grafica, ingresso ed espulsione di membri ed elezione delle cariche di maggior rilevanza.

3. Per garantire la massima neutralità e libertà di esprimere le proprie decisioni, tutto ciò che viene discusso nel Gran Consiglio è riservato ai membri del Consiglio; chiunque diffonderà notizie senza averne il precedente permesso richiederà dalla semplice destituzione della carica all'espulsione dall'Istituto Italico di Cartografia.

Voltar ao Topo Ir em baixo
Ver perfil do usuário
senhordeleiria
Barão de Queluz


Mensagens : 74
Data de inscrição : 02/01/2012

MensagemAssunto: Re: Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia    Qui Jan 26, 2012 11:54 pm

Accipiter escreveu:
REGOLAMENTI CARTOGRAFICI

Citação :
REGOLAMENTO DEI CATASTALI

INTRODUZIONE

Il Catastale è il responsabile designato alla gestione della prenotazione dei vari lotti cittadini una volta che il Cartografo Territoriale fornisce la mappa della città fatta dall'Istituto Italiano di Cartografia.

REQUISITI E DESIGNAZIONE

Il Catastale, per essere scelto come tale, deve essenzialmente soddisfare i seguenti requisiti:
- Risiedere nella città di sua competenza,
- Non aver in programma viaggi o trasferimenti,
- Avere tempo a disposizione da dedicare.
Il catastale uscente o il Cartografo Territoriale potranno designare un successore, la cui candidatura sarà valutata dal Magister.
Se la designazione non verrà ritenuta idonea o in alternativa a questa, verrà indetto un bando pubblico, la scelta tra i candidati verrà fatta dal Gran Consiglio dell'Istituto (nel caso di un unico candidato idoneo il C. T. si limiterà a comunicare il nome al Magister e al suo Vice ) e la carica entrerà in vigore dal rilascio della pergamena firmata dal Magister.

ONERI E DOVERI

Il Catastale designato dovrà provvedere a fornire all'Istituto la lista catastale dei cittadini che hanno occupato i vari lotti della mappa dividendoli per contrada o quartiere.
La lista dovrà essere aggiornata e rinviata ogniqualvolta vi siano variazioni sostanziali, quindi preferibilmente almeno ogni 15-20 giorni.
La Mappa graficamente potrà essere cambiata a discrezione del Catastale in base alle sue capacità grafiche e al gusto dei suoi concittadini.
I cambiamenti consentiti sono i seguenti:
- Aggiunta di casette (fornite dall'Istituto),
- Cambiamento del colore dello spazio abitativo,
- Nome all'interno dello spazio abitativo come sostituzione al numero,
- Vari ed eventuali, se prima approvati dall'IIC.
In caso di persone decedute o trasferitesi, il Catastale dovrà provvedere a liberare il lotto occupato e a renderlo nuovamente disponibile alla comunità. Nel caso a trasferirsi sia un personaggio importante che ha contribuito al bene della città se lo vorrà potrà mantenere la sua abitazione.

RINUNCIA AL RUOLO

Nel caso in cui il Catastale non possa più svolgere il suo lavoro, deve innanzitutto avvisare il Cartografo Territoriale o in caso di assenza o mancata risposta da parte di questi il Magister Cartorum. E' sua facoltà consigliare il nominativo di un successore, altrimenti verrà indetto un bando nella locale Taverna per la ricerca di un nuovo addetto al catasto cittadino. A sua discrezione il C.T. potrà delegare il sindaco della città interessata ad indire il bando nel forum cittadino.
Il nuovo Catastale verrà al più presto riconosciuto dall'Istituto ricoprendo per intero il ruolo del suo predecessore.
In via alternativa è concesso un permesso nel caso l'assenza o l'impegno sia dovuto a forze maggiori (sempre comunque per un periodo inferiore ai 30 giorni).



Citação :
RICONOSCIMENTO

INTRODUZIONE

L'Istituto Italico di Cartografia, per essere attivo in ciascuno dei regni Italici, ha bisogno di essere riconosciuto ed autorizzato dal Principe di ogni regno.
Nell'atto di riconoscere l'Istituto il Principe permette la creazione delle figure che, dal momento della firma, permetteranno ai cittadini del regno di usufruire di mappe catastali, provinciali e di qualsiasi altra natura vi si faccia richiesta.

DOVERI DELLE PARTI

Dalla firma del documento il regno avrà diritto a:

- Creazione delle mappe cittadine,
- Creazione delle mappe del regno,
- Un Cartografo Territoriale che farà da intermediario con le istituzioni,
- Un Catastale per ogni città per gestire le mappe cittadine e i loro abitanti,
- La possibilità di richiedere mappe di qualsiasi tipo.

Dalla firma del documento l'Istituto Italico di Cartografia avrà diritto a:

- Un post sticcato nella taverna del regno,
- Esclusivo utilizzo delle mappe dell'Istituto in tutto il suolo del Regno; le mappe precedentemente usate dovranno essere riconosciute dall'IIC per poter essere utilizzate.

ANNULLAMENTO E MANTENIMENTO

Il riconoscimento potrà essere annullato in caso di mancata soddisfazione, da entrambe le parti, degli accordi precedentemente elencati.



Citação :
RICHIESTA, CONSEGNA E RICONOSCIMENTO MAPPE

PREAMBOLO

Le mappe sono esclusivamente al servizio degli abitanti dei regni e alle loro istituzioni, di conseguenza ogni richiesta di creazione o di modifica deve essere fatta dalle loro autorità.
Nel caso in cui una qualsiasi mappa non soddisfi le esigenze del richiedente, è altrettanto lecito richiedere una nuova mappa o la modifica di una parte di essa.

RICHIESTA

E' possibile fare richiesta delle mappe nell'apposita sezione del forum dell’Accademia delle Belle Arti.
E' strettamente necessario che a far la richiesta sia o il Sindaco stesso o di una persona delegata da lui, nel caso di una mappa catastale, e del Principe o di un qualsiasi consigliere per la realizzazione delle mappe feudali o del principato.
Per permettere una migliore regolamentazione della richiesta è necessario rispondere alle seguenti domande che possono facilitare la realizzazione del cartografo.
Citação :
Nome della Città/Provincia
Tipo di mappa

Catastale
Numero delle contrade,
Nomi delle contrade,
Inserimento di monumenti o chiese, cimitero ecc,
Nome del catastale che se ne occuperà una volta consegnata.

Feudale
Tipo di nobiltà di cui visualizzare i feudi,
richieste particolari.
Per il nome delle vie vi rimandiamo all'apposita sezione del regolamento sulle mappe.

CONSEGNA

Una volta realizzate, le mappe verranno mandate in via privata al richiedente per avere una prima opinione.
Una volta che la mappa sarà considerata finita verrà pubblicata nell'apposita sezione del forum delle Belle Arti o consegnata nell’ufficio del Cartografo Territoriale nella Taverna locale e verrà archiviata nell'archivio dell'Istituto Italico di Cartografia.

REVISIONE

E' possibile, una volta che la mappa ne avrà bisogno, una revisione generale delle contrade e degli edifici.
La revisione si attua nel caso in cui una mappa non possa soddisfare la richiesta di abitazioni a tutti i cittadini, o non presenti un feudo appena assegnato dal collegio d'Araldica, oppure ci sia stata l'abilitazione di una nuova città o capitale.
In questo caso la mappa verrà aggiornata ed implementata.

RICONOSCIMENTO MAPPE

Una mappa creata da un qualsiasi cittadino non appartenente all'Istituto può essere riconosciuta dall'Istituto Italico di Cartografia a patto che rispetti gran parte dei requisiti che caratterizzano la realizzazione delle mappe.
Nel caso di riconoscimento basta inviare la mappa nel forum delle richieste chiedendo possa essere riconosciuta ed il consiglio prenderà in valutazione la richiesta.



Citação :
REGOLAMENTAZIONE DELLE MAPPE

PREAMBOLO E TIPI DI MAPPA

Nonostante le mappe abbiano relativamente le stesse regole di produzione, nel parlare di carte bisogna fare una distinzione generale che riguarda la loro struttura e funzionalità.
Esistono tre tipi di carte:
Le mappe cittadine o catastali,
Le mappe feudali,
Le mappe varie.

Le mappe cittadine o catastali sono tutte quelle mappe riguardanti la sola città e la sua suddivisione in contrade e lotti.
Vengono gestite dai Catastali.

Le mappe feudali vengono fatte in collaborazione con l'Istituto d'Araldica e serve a concepire come il territorio italico sia suddiviso e a chi sia stato assegnato.
Vengono gestite dai Cartografi

Le mappe varie sono tutte quelle mappe fatte su richiesta dei singoli cittadini che non riguardano una delle precedenti categorie.
Unica eccezione sono le mappe di guerra che non devono essere richieste da nessun cittadino.

ORGANIZZAZIONE

In base ai gruppi precedentemente citati, esistono diversi tipi di organizzazione delle varie carte:

Le mappe cittadine dovranno essere formate da una mappa generale, la quale riporta l’intera pianta della città con la suddivisione in contrade e le vie principali.
A seguire dovranno essere realizzate le mappe specifiche di ogni contrada con la suddivisione dei lotti e la presenza di parchi, monumenti ed edifici pubblici.
In aggiunta si possono allegare altre mappe specifiche ma solo se richieste specificatamente (anche in un momento successivo) e se approvate dal Consiglio.

Le mappe feudali vengono realizzate su richiesta dei nobili e rappresenteranno l’intera estensione dei loro domini con le città, i fiumi, i campi, le strade, le castella, i boschi e quant’altro comprendano e i feudi confinanti assegnati ad altri nobili.

Per le mappe varie l'Istituto Italico di Cartografia si assume la responsabilità di decidere in base alle esigenze l'organizzazione e come formulare l'organicità delle carte.
Il numero di carte, la divisione in più parti, l'uso di decorazioni o altro verranno decisi quindi solo dopo la richiesta fatta.

DIMENSIONI

Per le mappa sono state prefissate delle dimensioni standard che devono essere rispettate;
Si va dal minimo di 800 x 600 px al massimo di 1000 x 800 px.
Per capire al meglio le dimensioni ci si può avvalere della seguente allegato:

[Você precisa estar registrado e conectado para ver este link.]

Unica eccezione può essere fatta nel caso di mappe feudali o che rappresentino territori più vasti quando le dimensioni sopracitate potrebbero impedire la regolare lettura di nomi o nel caso in cui le ridotte dimensioni non faciliterebbero la funzione per il quale è stata creata.
Nel caso in cui le dimensioni delle mappe siano superiori a quelle fissate è doveroso creare un immagine ridotta che porti alla mappa vera e propria.

SUPERFICIE

Per garantire una migliore qualità grafica è preferibile riportare la mappa in una pergamena o qualsiasi altra superficie che garantisca una certa antichità al documento.

COLORI

Il cartografo ha un’ampia disponibilità di colori utilizzabili; sono da evitare quelli troppo accesi che non si addicono alla storicità della mappa. Da evitare inoltre i colori troppo scuri che incupiscono soltanto il lavoro.

CONTRADE

Le contrade sono la parte più importante per gestire al meglio le mappe cittadine o catastali, per questo motivo è indispensabile che ve ne sia un numero adatto a quella che è la quota di cittadini della città.
Ogni città potrà avere un minimo di 4 contrade ed un massimo di 8.
Nel caso di un aggiornamento della mappa è possibile richiedere l'aggiunta di una contrada dal modello originale della carta; l'unico requisito fondamentale per fare ciò è la pubblica richiesta nel forum delle Belle Arti.
Per ragioni strettamente politiche i nomi delle contrade non potranno essere collegabili ad alcun animale o simbolo politico presente nel panorama politico del regno. L'unica eccezione accettabile è il caso in cui un nuovo partito politico prendesse per coincidenza il nome o il simbolo di una contrada già esistente. I nomi delle contrade possono essere decisi o tramite sondaggio pubblico cittadino o in base ai nomi reali storici della città.

STRADE E VIE

Le strade e le vie delle città possono avere dei nomi per meglio garantire l'abitabilità dei lotti.
Per convenzione si è deciso di dare normalmente un nome solo alle strade principali, mentre le secondarie solo se richieste dalla città a cui la mappa è destinata.
I nomi delle strade possono essere decisi dal Sindaco della città o dal suo Catastale; è tuttavia previsto un sondaggio o una pubblica discussione nel forum della città anche se il tempo per la decisione non dovrà superare i 5 giorni onde evitare rallentamenti nella produzione della mappa.

TESTI

Per qualsiasi tipo di testo presente nella mappa dovrà essere usato un carattere medievale; il carattere può spaziare dal gotico al carolingio a qualsiasi altro tipo di carattere che possa essere stato usato in questo periodo storico.

DECORAZIONI

All'interno della mappa vi possono essere inserite decorazioni di ogni tipo che possano favorire e curare il dettaglio grafico del documento.
Sono ammesse rose dei venti, torri o altre immagini tridimensionali, navi, alberi, vegetazione varia, monumenti, cartigli, ecc.
E' obbligatorio inserire in ogni mappa, realizzata dall'Istituto, l'apposito sigillo rosso e l'anno di pubblicazione che permettono di garantire l'autenticità e l'appartenenza della mappa all'istituto.
Tutti i decori sono a discrezione dell'autore della mappa e caratterizzano il suo operato.

Voltar ao Topo Ir em baixo
Ver perfil do usuário
senhordeleiria
Barão de Queluz


Mensagens : 74
Data de inscrição : 02/01/2012

MensagemAssunto: Re: Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia    Qui Jan 26, 2012 11:54 pm

Accipiter escreveu:
Organigramma aggiornato al 27 aprile 1459

Gran Consiglio

Magister Cartorum: Federico Accipiter Vitaliani Borromeo

Vice-Magister Vicario: Argilda Beatrice Abry Ruffo

Cartografi Territoriali:

Abruzzi > Antonio H_o_d Sanseverino, Conte di Castel San Flaviano, Barone di Capistrello
Firenze > Luna Alessandra Aleluna De Medici Ridolfi, Viscontessa di Lucignano
Genova > Sophia Bianca Martina Malaspina
Milano > Aislinn Isabeau Stormhawk Upezzingi
Modena > Nadezda Carafa della Spina, Baronessa di Rubiera
Siena > Isabella II Myah Carroz, Viscontessa d'Istia d'Ombrone
Terra di Lavoro > monsignor Giovan Matteo Fabioilbello Colonna, Barone di Vallecorsa
Venezia > Rhadamantis

Storico: Jacopo Jacobus Morosini, Barone di Motta

Cartografi

Federico Accipiter Vitaliani Borromeo
Argilda Beatrice Abry Ruffo
Aislinn Isabeau Stormhawk Upezzingi
Sofia Abrielle Blasevich
Angelica Sofia Acanthus Ridolfi
Ammipro del Grillo

Apprendisti Cartografi

Emma Beatrice Kyvscinka D'Oria
Diego73 Cagliostro Altavilla
Giacomo Giomik88 d'Aragona, Visconte di Montalcino
Sir.johnny De La Roche
Sofia Minerva De Carignano
Corinne Bloom.74 De Jourdonnais Sforza
Clorinda Elèna Guicciardini detta Shelene
Camilla Angelica Nastassja Ruffo detta Milly123

Cartografi Onorari

Masaniello di Borbone, Conte di Villa Guardia
Elizabetta Paftunij Lancaster Stewart, Baronessa di Montagnana
Alexander Nicholas Living Lancaster Stewart
Edoardo Djtre Sforza
Luca Lucabutta Visconti, Barone di Montecchio Vesponi

Storici

Jacopo Jacobus Morosini, Barone di Motta
Leone Amsterdam707 Castolo Vitaliani Borromeo

Catastali

Abruzzi
L'Aquila > Cristopher de Challant detto Cris_de_challant (già noto come Cptwinters)
Avezzano > Pigeon della Groana
Teramo > Argilda Beatrice Abry Ruffo di Calabria
Silvi > Antonio H_o_d Sanseverino, Conte di Castel San Flaviano, Barone di Capistrello
Chieti > Matilde Aleramica del Carretto, Marchesa di Palmoli, detta Annaperenna
Sulmona > Valef_91 Valerie Speranza
Tagliacozzo > William Giovanni Manfredi Corleone, Barone di Navelli, dettoW.w

Firenze
Firenze > Roberto Robin_of_niubbland Corsini della Gherardesca, Barone di Capoliveri
Arezzo > Matasunta Amelia Mathaswentha Monteverdi
Montevarchi > Celestina Atanasia di Lorena detta Arwenmorwen
Pistoia > Filippo Rospigliosi degli Alessandri detto Omuraho
Piombino > Maarin Winner De Martini
Montepulciano > Dainello Sir_imbert De Medici, Barone di Foiano
Livorno > Helena Caterina Di Luna Della Scala
Pisa > mappa in lavorazione
Volterra > Rosalba Guicciardini
San Miniato > mappa in lavorazione

Genova
Genova > Dafne Corleone
Ventimiglia > Cristiano Lucaferri degli Aleramici Imperiali, Barone di Garessio
Albenga > -
Savona > Isabella Delia Bentramone detta Suzzina
La Spezia > Sonyase de' Giustiniani
Chiavari > Zattaman

Milano
Milano > -
Como > Camilla Angelica Nastassja Ruffo detta Milly123
Novara > Relitha de Curtis, Contessa di Fara
Pavia > Aislinn Isabeau Stormhawk Upezzingi
Alessandria > Pikkiatella
Lodi > Arkmar Marcello de Claudis
Piacenza > - (presente una mappa non IIC)
Parma > Corinne Bloom.74 De Jourdonnais Sforza
Fornovo > Ammipro del Grillo

Modena
Modena > Gilraen Gilraen85 Ferrari
Mantua > Nadezda Carafa della Spina, Baronessa di Rubiera
Guastalla > Shekinah Carafa della Spina
Mirandola > Fenice Maria Helena Aslan
Massa > Alessandro Cybo-Malaspina detto Feldmaresciallo

Siena
Siena > Fernando Erfinio detto Darek25
Santa Fiora > Ildebrando II Jacopo Vulcis Aldobrandeschi
Orbetello > Giulia Eva Boccanegra detta Juliadevon, Baronessa di Porto Ercole
Grosseto > Thornes De Martini

Terra di Lavoro
Capua > Angelica Angiolet Hannover
Sora > Kepha
Sessa Aurunca > Thomas Leon Spadalfieri Belfiore detto Paccolino
Terracina > -
Pontecorvo > Boianto
Gaeta > Psich3 Hannover Montecchi

Venezia
Venezia > -
Verona > Eagle46 della Carmagnola
Padova >Lucrezia Tizzyc Duodo
Treviso > -
Portogruaro >-
Udine > Rhadamantis
Pola > mappa in lavorazione
Parenzo > Sofia Abrielle Blasevich
Voltar ao Topo Ir em baixo
Ver perfil do usuário
Conteúdo patrocinado




MensagemAssunto: Re: Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia    

Voltar ao Topo Ir em baixo
 
Statuto e Regolamenti dell'Istituto Italico di Cartografia
Ver o tópico anterior Ver o tópico seguinte Voltar ao Topo 
Página 1 de 1
 Tópicos similares
-
» Monitor Dell U2311H
» Problemas Dell Inspiron 15R 5537
» O tão esperado upgrade do meu pc: Dell XPS 8700 i7 4770
» Qual o melhor antivirus free?
» Instalar FSX sem drive de DVD?

Permissão deste fórum:Você não pode responder aos tópicos neste fórum
 :: Castelo :: Paço dos Condes :: Sala de Trabalho-
Ir para: